Eventi

“IN UN MONDO CHE PRIGIONIERO E’”, SERATA DEDICATA A LUCIO BATTISTI

“IN UN MONDO CHE  PRIGIONIERO E’”, serata evento alla Cittadella domenica 12 agosto.

Lucio Battisti è il cantautore italiano più amato di tutti i tempi. La sua produzione ha rappresentato una svolta decisiva nel pop e nel rock italiani: da un punto di vista strettamente musicale,ha personalizzato e innovato in ogni senso la forma della canzone tradizionale e melodica.

Grazie ai testi scritti da Mogol, Battisti ha rilanciato temi ritenuti esauriti o difficilmente rinnovabili, quali il coinvolgimento sentimentale e i piccoli avvenimenti della vita quotidiana; ha saputo esplorare anche argomenti del tutto nuovi e inusuali.

Un viaggio nell’universo musicale di Lucio Battisti per ricordarlo a  20 anni dalla sua scomparsa.

                        I PROTAGONISTI

Giandomenico Anellino: esegue i concerti nel suo particolarissimo ed unico stile chitarristico che lo ha portato ad esibirsi nelle maggiori città del mondo,da New York a Singapore,da Rio de Janeiro  a Tokyo con i suoi famosi  “One man show”.

Soprannominato dalla critica “ L’uomo orchestra”(Panorama) e “Il disegnatore di Musica (Libero), Anellino eseguirà il concerto accompagnato dalla “New Tuscany Orchestra“ composta per l’occasione da 10 musicisti .

Sul palco  anche il cantautore Roberto Pambianchi considerato la voce  più amata dai fans di Lucio Battisti.

Lucio Battisti è il cantautore italiano più amato di tutti i tempi.

La sua produzione ha rappresentato una svolta decisiva nel pop e nel rock italiani: da un punto di vista strettamente musicale, ha personalizzato e innovato in ogni senso la forma della canzone tradizionale e melodica.

La serata che vedrà protagonisti il maestro Giandomenico Anellino e il cantautore Roberto Pambianchi.

Un viaggio nell’universo musicale di Lucio Battisti per ricordarlo a  20 anni dalla sua scomparsa.